Quando crescerai

Quando crescerai

Che ne sarà, figlio mio, di questi momenti.
E di te accucciato vicino al mio petto,
di tutti quei sorrisi e quella tenerezza.
dei mamma urlati a squarciagola, per gioco, per paura, per un brutto sogno, per bisogno, per capriccio.

Che ne sarà di noi due, di quello che siamo ora e non saremo più, inghiottiti dal tempo che passa.

Di noi stretti sul lettone, a farci le fusa, senza fretta.

Delle favole lette a tarda sera, troppo tarda. “dai vai a letto”,  “No, ancola”.
Del tuo scoprire il mondo, con quegli occhi incantati e quella mente assorbente.

Tutti i:  “quello cosa è”, “buono questo”, “ non voio”, “mamma, bene io tanto”.

“Guada, luna!”

 

Di tutte quelle volte che ho pensato ‘ ma quando passa’.  Il capriccio, la febbre, le notti insonni.
E mentre lo pensavo già passava, micro attimo dopo micro attimo,

Lasciandomi più avanti, più vecchia di noi, e più grande tu.

 

Figlio mio, quando fra 10 anni ti vedrò ciondolare in tutti i tuoi dubbi e i tuoi dilemmi, con la voce non più da bambino e quella peluria a macchia di leopardo.

Quando forse ti opporrai a me, quando magari lo farai con maleducazione e rabbia. O semplicemente con voglia di indipendenza.

Dove la troverò, dimmi, figlio mio, la forza di spingerti lontano da me, senza smettere di osservarti, discretamente. perché così deve essere.

Libero, ad allargare i tuoi orizzonti, a sperimentare, a capire chi sei.

 

Quante volte  rimpiangerò questi momenti, quante volte mi sembrerà di vederti ancora piccolo, sul tuo cuscinetto, in braccio l’orsetto Teddy.

Ignaro come sarai di cosa hanno significato queste giornate, dando per scontato un amore materno che talvolta, in adolescenza, si macchia di  quella naturale ma spietata ingratitudine.

Forse rimarrai ignaro fin quando non diventerai genitore a tua volta, e stringendo tuo figlio a te ti dirai “allora è così che doveva essere”

 

 

 



Lascia qui un commento

Lasciaci il tuo parere!

Rispondi

  Subscribe  
Notificami